Se sei tra quelli che fino ad oggi hanno sempre pensato che chiunque possa sdraiarsi sul lettino e ricevere massaggi

Sei fuori strada.

Non per colpa tua.

So che magari finora nessun massaggiatore si è preso la briga di dirti chiaramente come stanno davvero le cose.

Vuoi perché ti sei imbattuto in massaggiatori improvvisati che hanno frequentato un corso di un weekend e ti ricevono nello sgabuzzino di casa loro.

Vuoi perché ti sei imbattuto in massaggiatori professionisti…

Ma che, pur sapendo che sarebbe preferibile non fare massaggi su alcune persone con particolari problemi di salute…

Hanno preferito massaggiarti (magari più e più volte) facendo finta di nulla, pur di incassare i loro amati soldini…

E mettere a tacere la loro coscienza dicendosi dentro di loro:

“I massaggi a questo tizio li faccio lo stesso…tanto non gli capiterà nulla di grave, dai!”

Ricevo in continuazione nuovi clienti che mi dicono che NESSUN massaggiatore che hanno frequentato finora si è mai rifiutato di massaggiarli a causa delle loro patologie e/o farmaci che stanno assumendo.

Attenzione!

Non TUTTI i massaggiatori si comportano così.

Sto ricevendo di continuo persone che mi dicono che i massaggiatori che hanno frequentato finora non hanno mai fatto loro nemmeno uno straccio di check up/colloquio.

Si sono concentrati solo sulla soluzione del problema da risolvere (tensioni muscolari) e chiedendo loro: “Per il resto stai bene? Tutto ok?”

Tutto questo è molto grave.

Alcune persone non possono essere massaggiate?

Sono dell’avviso che una storia valga più di mille parole.

Ti racconto quella di Adele.

Adele è un nome di fantasia (per proteggere la sua privacy).

Ma la storia è vera e realmente accaduta nel mio studio.

In pomeriggio di Febbraio 2020, Adele si presenta da Massaggio AddioStress.

Ha prenotato il suo primo massaggio da 30 minuti, preceduto dallo Stress Check Up.

Cos’è e come funziona lo stress check up?

E’ un colloquio della durata di circa 30 minuti.

Che faccio a tutte le persone che si rivolgono a Massaggio AddioStress per la prima volta.

Durante il quale faccio tante, tante domande molto precise.

Sul tuo stato di salute generale, sull’assunzione di farmaci, sulle abitudini posturali quotidiane, sui traumi e/o interventi chirurgici subiti nel coso della tua vita, ecc.

Non ti sfioro nemmeno con un dito se prima non ho tutte queste informazioni.

I massaggiatori che hai frequentato finora non ti hanno mai fatto un check up di 30 minuti prima di massaggiarti la prima volta?

Male, molto male.

Torniamo alla storia di Adele…

Mi racconta di avere dolori muscolari molto intensi al collo, alle spalle e alla parte alta della schiena.

Inoltre si sente messa all’angolo da un livello di stress molto elevato.

Ansia, nervosismo e insonnia accompagnano le sue lunghe giornate da un bel po’ di anni.

Il suo sguardo dagli occhi grandi è come se mi implorasse dicendomi: “ti prego, aiutami, non ce la faccio più!”.

Mentre Adele mi dice queste cose, io sto già pensando a come posso aiutarla al meglio durante la seduta di Massaggio AddioStress.

E dentro di me accarezzo uno sprazzo di felicità, perché mi rendo conto di poterle dare una gran mano in termini di miglioramento e sollievo.

Ma nemmeno il tempo di assaporare questi pensieri positivi, che su di noi si abbatte un fulmine a ciel sereno.

Fino a quando lei vuota il sacco…

Nel 2016 le è stato diagnosticato un tumore

Dopo qualche mese ha subito un intervento chirurgico per rimuoverlo.

Nel 2017 ha subito il secondo intervento per ripulire la zona, seguito da sedute di radioterapia.

In seguito a complicazioni post intervento è stata bloccata a letto per 1 ANNO.

Da allora prende ogni giorno farmaci molto “importanti”.

Anche se i medici dicono che ora la situazione è “sotto controllo”.

Questo elenco di situazioni nefaste, per me, è un durissimo colpo al cuore.

Mi rendo conto all’istante che, a causa del suo stato di salute compromesso, NON posso assolutamente massaggiarla.

Ne ora ne mai…

Mi faccio forza

Respiro a fondo…

Alzo lo sguardo dal foglio sul quale sto scrivendo e lo rivolgo verso Adele:

“Adele, so che posso sembrarti antipatico, ma, vista la tua patologia pregressa ed i farmaci che prendi ogni giorno, non posso massaggiarti, perché metterei in serio rischio la tua salute”

Lei mi guarda incredula.

La sua espressione si trasforma da dolce e implorante a incazzosa, in un nano secondo.

Mi fulmina con lo sguardo.

E dice:

“Spero tu stia scherzando…così uccidi le mie speranze!”

“Io sto male: ho dolori atroci al collo, alle spalle e alla schiena, devi aiutarmi!”

Le parole di Adele mi fanno sentire una stretta allo stomaco

Ma non ho intenzione di arretrare di un solo centimetro dalla mia decisione: non posso…

Così riformulo la spiegazione del mio rifiuto e dico:

“Adele, capisco la tua rabbia, il tuo dolore e la tua amarezza”

“Mi dispiace…”

“Ma permettimi di spiegarti”

“A causa della tua situazione di salute, unita ai farmaci importanti che assumi, NON posso massaggiarti”

LEI: “Cosa succede se mi massaggi?”

IO: “Se ti massaggio, c’è il rischio che io possa peggiorare ulteriormente il tuo stato di salute”…

“Non voglio questo”

“Vedi, devi sapere che il massaggio profondo aumenta la circolazione e smuove il sistema linfatico”.

“Massaggio profondo non vuol dire che ti farò male” (clicca qui per leggere il mio articolo a riguardo).

“Ora, se il tuo stato di salute fosse ok, queste 2 azioni sarebbero MOLTO benefiche per sciogliere le tue tensioni muscolari e mentali”

“Ma, avendo avuto tu un tumore che ora è dormiente (i medici ti dicono che tutto è sotto controllo) c’è il rischio potenziale che smuovendo in continuazione sangue e cellule col massaggio, possiamo stuzzicarlo e riattivarlo!”

“E’ come giocare a flipper: tiriamo la pallina all’inizio…ma poi non possiamo sapere con certezza dove andrà a finire”.

“La pallina è la tua salute…e io, nel dubbio, con la tua salute non ci gioco a flipper”.

“Sono stato chiaro?”

Adele impallidisce…e annuisce con la testa

Dopo qualche secondo di silenzio, esclama:

“Ma scusa Fabio, allora cosa ne pensi di quella massaggiatrice che l’hanno scorso mi ha fatto 10 massaggi, pur conoscendo il mio stato di salute e i medicinali che prendo?”

“Mi ha detto che se il tumore è dormiente da un po’ di anni, il massaggio si può fare!”

Allargo le braccia e dico:

“Guarda Adele, ogni massaggiatore è libero di agire secondo la sua coscienza e conoscenza”.

“Salvo poi però prendersi la responsabilità delle proprie azioni, nel bene e nel male”.

“Non mi interessa quello che fanno gli altri massaggiatori in questi casi”.

“Non sta a me giudicarli”.

“Io nel dubbio di ciò che di negativo potrebbe accadere, preferisco NON massaggiare”.

“Con la salute delle persone preferisco sempre la massima prudenza”.

“Vivo di questo lavoro e i soldi non mi fanno di certo schifo”.

“Ma di fronte a casi come il tuo e alla salute, non c’è denaro né leggerezza che tenga”.

“Sono inflessibile e NON massaggio!”

“Alcuni colleghi mi dicono essere esagerato quanto a eccesso di prudenza”.

“Pazienza…non mi interessa: nei casi di salute cagionevole e/o assunzione di farmaci importanti, io preferisco non transigere”.

“Ho ideato Massaggio AddioStress per aiutare le persone a stare bene”

“Se i requisiti di salute della persona che ho di fronte mi danno tutti gli indizi che Massaggio AddioStress potrebbe fare danni anziché offrire benefici, mi astengo dal massaggiare!”

“Ti dirò di più…”

“Io non massaggio non solo in caso di tumori dormienti recenti…”

“NON massaggio neanche in caso di cardiopatie, gravi ipertensioni, assunzione ad alti dosaggi di farmaci particolari, osteoporosi, gravi forme di artrosi e artrite, ecc.”

“Confesso che faccio una gran fatica a dire “NON ti posso massaggiare” a livello umano”

“Perché ho di fronte a me una persona che ha bisogno di aiuto”

“E io non posso darglielo”

“E ci sto male”

“Ma a livello professionale sono irreprensibile: se NON posso, NON posso, punto!”

“Questa è la mia posizione”

Dopo queste mie parole, Adele mi ha fatto un gran sorriso, dicendomi:

“Ora ho capito tutto Fabio…mi spiace essermi arrabbiata quando mi hai detto che non ero massaggiabile”

“Ora ho davvero capito la differenza di valore che passa tra:

Un massaggiatore che agisce con superficialità o eccesso di sicurezza nelle proprie conoscenze è:

  • Uno che NON fà un check up/colloquio facendo tante domande approfondite al primo incontro
  • Uno che, dopo avermi fatto un sacco di domande approfondite, ha il coraggio di fare un passo indietro, dirmi di NO guardandomi negli occhi con sincerità, evidenziando la sua estrema prudenza, a costo di andare contro i suoi interessi, per il bene della mia salute”

A distanza di un anno porto ancora con grande emozione nel mio cuore queste parole di Adele, unite al suo sorriso sincero

E’ facile gioire quando i clienti ti fanno i complimenti per averli aiutati a risolvere un dolore, una tensione muscolare o mentale.

Ma lo è ancor di più quando 12 persone che non ho potuto massaggiare per motivi di salute simili a quelli di Adele mi hanno salutato ringraziandomi e dandomi una pacca sulla spalla sussurrandomi:

“Complimenti Fabio, non è da tutti andare contro i propri interessi per il bene della salute delle persone…continua così!”

GRAZIE

Fabio Parisio

Clicca sull'immagine qui sotto e scopri
MASSAGGIO ADDIO STRESS
addiostress
Telefono
340 27 43 670

oppure

WhatsApp
340 27 43 670