Sai cos’è l’aramaico antico?

Era la lingua in uso tra il 925 e il 700 A.C. in Medio Oriente.

Molto tempo prima della nascita di Cristo.

Pensa te…

So che magari potresti pensare:

“Fabio, ma che ca**o c’entra l’aramaico antico con il massaggio?!? Sei fuori di melone oggi?”

Forse anche…

Ma nemmeno poi così tanto.

E se leggerai questo articolo fino in fondo, capirai perché…

E, in più, ti farai anche delle grasse risate.

la storia:

Lo scorso mese, prima che la Lombardia entrasse per l’ennesima volta in Zona Rossa, accompagno la mia dolce metà a fare una visita dal fisiatra.

Appena entrati nel suo studio, noto che lo condivide con un massaggiatore.

Dopo 5 minuti che siamo seduti su delle poltroncine un po’ datate di colore rosso, il fisiatra chiama la mia compagna nel suo ambulatorio.

Io preferisco rimanere in sala di attesa.

Noto che le porte, di colore marrone, hanno una vetrata centrale blu e grigia, che permette di vedere le sagome delle persone negli ambulatori.

Non proprio il massimo della privacy.

Ma vabbè…

Suona il citofono.

Dal secondo ambulatorio sbuca il massaggiatore

In abiti civili.

Hai capito bene, in abiti civili!

Felpa rossa, jeans e scarpe da ginnastica gialle fluorescenti tipo evidenziatore.

Sto per cappottare dalla sedia dall’incredulità.

Ma come…un massaggiatore non in divisa?!?

Decido stoico di rimanere con le chiappe appiccicate alla sedia.

Entra una donna sui 60 anni.

Corporatura un po’ esile.

Capelli neri corvini fino al collo.

Postura un po’ chiusa in avanti.

Il “massaggiatore” in felpa e jeans la fa accomodare in cabina (o ambulatorio, chiamalo come vuoi 😊)

Vorrei tapparmi le orecchie e coprirmi gli occhi.

Ma non ho con me:

-Né tappi per le orecchie

-Né una mascherina scura tipo quella che si usa in aereo per dormire

Perché, a differenza della porta dell’ambulatorio del fisiatra, che è ben insonorizzata e angolata rispetto alla posizione delle poltroncine in sala d’attesa…

Quella del massaggiatore “casual” ce l’ho proprio dritta davanti ai miei occhi e alle mie orecchie.

In parole povere, vedo le ombre della donna e del massaggiatore muoversi dietro la porta.

Sento praticamente tutto quello che dicono.

Sono imbarazzatissimo.

Vorrei sparire…

Ma non sono il Mago Oronzo!

E decido di rimanere lì seduto come un pirla…

Il massaggiatore chiede alla donna:

“Allora? Mi dicevi al telefono che ti fa male la spalla destra, giusto?”

La donna annuisce e spiega in breve la situazione (clicca qui se ti stai chiedendo se durante una sessione di Massaggio AddioStress proverai dolore).

Il massaggiatore “casual” le fa un colloquio conoscitivo di soli 5 minuti, poi esclama:

“Bene! Ho capito tutto! Ora sdraiati sul lettino che iniziamo il massaggio e risolviamo il problema”.

La donna si adagia sul lettino.

Che emette una miriade di scricchiolii.

Come fosse il ramo secco di un albero che si sta per spezzare da un momento all’altro.

Vedo attraverso il vetro che il massaggiatore afferra un flacone di olio.

E lo agita sopra la schiena della donna come se stesse per condire l’insalata

Poi inizia a massaggiare…

E, in contemporanea, ricomincia a parlare.

Ad alta voce…

E, mentre massaggia, inizia a sfoderare un trattato di anatomia.

“Vedi, ora ti sto massaggiando il deltoide, che, essendo collegato col muscolo X, scompensa il muscolo Y, il quale, a sua volta, facendo parte della catena muscolare dominante in fila per 3 col resto di 2 sotto radice quadrata….”

“Quindi il tuo dolore alla spalla è causato da un muscolo intrinseco, che andando in antagonismo col muscolo Z, causa il tuo doloreeee!”

Sto enfatizzando, però…

Il succo della questione è questo:

Il massaggiatore và avanti a parlare a fiume con sofisticatissimi termini tecnici ed anatomici ad alta voce, per tutta la durata del massaggio”

30 minuti.

Ininterrottamente.

E la donna sdraiata sul lettino, si limita ad annuire ogni tanto con tono assonnato:

“Aaaah, ok…”.

“Mmmhh, certo”.

(sbadiglio)

“Bene! abbiamo finito il massaggio!” esclama il massaggiatore.

“Alzati…tieni il rotolo di carta per asciugarti dall’olio” (clicca qui per scoprire perché da Massaggio AddioStress NON ti innaffiamo di olio )

Senti, pensi che sia finita qui?!?

Ti piacerebbe, eh?

Nossignore.

Mentre la donna si sta asciugando dall’olio come se fosse un’automobile all’autolavaggio…

Il massaggiatore torna alla carica per altri 5 minuti abbondanti con il suo mega pippozzo di spiegazioni tecnico anatomiche”.

il-massaggiatore-parla-aramaico

Sai cosa ho pensato io, mentre lo ascoltavo?

Che quel massaggiatore è un GRANDE.

Sì, hai capito bene.

Ne sa davvero a pacchi, a livello di anatomia, fisiologia e postura.

Io da “collega” avrei voluto entrare nell’ambulatorio e stingergli la mano   per fargli i complimenti.

Davvero, non sto scherzando.

Sono rimasto positivamente colpito dal suo livello di preparazione teorica e tecnica.

Ma tutto d’un tratto…

Proprio mentre pensavo questa cosa…

Si apre la porta dell’ambulatorio…

Esce la donna…

E la sua espressione era più o meno questa:

il-massaggiatore-parla-aramaico

Ora, so che magari starai ridendo

Ho scritto questo articolo in chiave divertente giusto per evitare di annoiarti a morte.

Ma lascia che ti dica che, purtroppo, non c’è molto da ridere.

Perché l’espressione stravolta di quella donna aveva un solo ed unico significato che ti semplifico qui sotto:

“Ma dove ca**o sono capitata oggi?!?”

“Ok, ho un dolore alla spalla…ma avrei voluto anche rilassarmi un po’! porca di quella miseria!”.

“Non ci ho capito una mazza di tutto il suo fiume di parole e termini tecnici assurdi!”.

“Mi ha fatto sentire una stupida con tutti quei termini tecnici incomprensibili!”.

Tutto questo per dirti cosa?

Che là fuori ci sono alcuni massaggiatori (non tutti, eh) che sono molto preparati tecnicamente.

Ma, per quanto ne “sappiano a pacchi” di anatomia e affini…

“vomitare” addosso ad una persona un’accozzaglia di spiegazioni tecniche (tra l’altro non richieste) ed anatomiche per 30 minuti…

E’ pura follia!

Perché, in genere, una persona si rivolge ad un massaggiatore sì per risolvere un problema specifico (dolore a collo, spalle, schiena, nervosismo, stress, ansia, insonnia ecc.).

Ma, a causa dei ritmi sempre più frenetici e stressanti dei nostri tempi…

Ha anche (e soprattutto) la sacrosanta necessità di ricevere il massaggio ed essere lasciato in santa pace.

Godendosi il silenzio

O della buona musica rilassante in sottofondo.

Non credi?

Se non vuoi fare la fine della povera donna che si è imbattuta nel massaggiatore chiacchierone che le parlava in aramaico antico in continuazione…

Allora clicca sull’immagine in fondo a questa pagina e prenota il tuo primo Massaggio AddioStress.

Gli unici effetti speciali con cui ti stupiremo nell’esatto istante in cui ti alzerai dal lettino…

Saranno il tuo corpo e la tua mente estremamente leggeri, morbidi e rilassati

Come se tu fossi su una soffice nuvola in cielo.

Fabio Parisio

Clicca sull'immagine qui sotto e scopri
MASSAGGIO ADDIO STRESS
addiostress
Telefono
340 27 43 670

oppure

WhatsApp
340 27 43 670